Viaggi su Misura
“I Sentieri si costruiscono viaggiando”. (Franz Kafka)

Una terra di profumi, odori, etnie e meraviglie da scoprire…..

Clima:  In India del Sud è caldo tutto l’anno. Il periodo del monsone va da maggio a giugno, ritorna poi in forma molto più leggera in ottobre. Il periodo migliore per visitare questa località quindi va da ottobre a marzo, ma anche i mesi di luglio, agosto e settembre sono indicati seppur caldi, poiché le piogge sono cessate e la natura è al suo massimo splendore. L’abbigliamento estivo con capi comodi in fibra naturale è indicato tutto l’anno. Per l’India del Nord, il Rajasthan e il Nepal (in Nepal la temperatura è solitamente di appena due o tre gradi inferiore a quella del Nord dell’India, l’altitudine massima che si raggiunge salvo sia previsto un trekking è intorno ai 1300 metri circa) il periodo migliore per una visita va da ottobre ad aprile; il monsone è presente in questa parte del subcontinente indiano da luglio a settembre. Anche durante questi mesi le diverse località sono tranquillamente visitabili, in quanto il monsone che arriva al Nord vi giunge molto blando e comporta raramente pioggia incessante, generalmente si tratta di acquazzoni di durata molto breve. Nella stagione estiva è adatto un abbigliamento come quello indicato per l’India del Sud, in quella invernale, dalla fine di ottobre alla fine di marzo, abbigliamento da mezza stagione; invernale a dicembre e gennaio.  In Tibet, Bhutan e Ladakh il clima è caldo di giorno d’estate, fresco la sera.  Sarà quindi necessario avere indumenti leggeri e pesanti al contempo.  Indicata una giacca a vento leggera e in generale abbigliamento sportivo con calzature da montagna comode, burro di cacao, occhiali da sole, crema solare ad alta protezione, cappello. Il periodo più indicato sono i mesi di giugno, settembre e la prima metà di ottobre, quando non c’è monsone ma non fa più così freddo.  In estate è assolutamente indicato viaggiare in questi paesi, il monsone però potrebbe portare piogge. D’inverno il clima diventa rigido, ma per chi ci si volesse ugualmente avventurare queste zone sono splendide anche in questa stagione.

Documenti,visti e vaccinazioni:Per l’ottenimento del visto India è necessario il passaporto in originale con almeno 3 facciate libere, anche non consecutive (5 in caso di viaggi che includano anche il Nepal) e corredato di due fototessera FORMATO 5X5 cm, circa 25 giorni prima della partenza del viaggio. Il passaporto deve essere firmato nell’apposito spazio e valido per almeno sei mesi dalla data della partenza del viaggio.  Vi consigliamo di chiedere sempre informazione dettagliate all’Agenzia prima di provvedere alla conferma del Vostro viaggio e/o verificare le informazioni sui siti dei Consolati del paese di riferimento. Nessuna vaccinazione per queste località è obbligatoria. Vi consigliamo antitetanica e antitifica. Profilassi antimalarica consigliata solo per alcune zone dell’India e Nepal e solo in determinati periodi dell’anno. Portare con sé repellente contro le zanzare, antibatterici intestinali e soprattutto medicine contro le infreddature dovute a sbalzi tra il caldo esterno e l’aria condizionata sul pullman e in hotel.

Fuso orario: 4 ore e mezza in avanti

Lingua:  In India la lingua ufficiale è l’Hindi, parlata principalmente al nord. In India vi sono mille e più tra lingue e dialetti, per cui spesso gli indiani stessi per capirsi tra loro parlano inglese. L’inglese è comunemente parlato da quasi tutta la popolazione ed insegnato nelle scuole.

Da non perdere: Delhi, Bangalore, Chennai, Jaipur, Mumbai, Calcutta…..