Heraklion – Knossos – Rethymno – Gortys – Spinalonga – Agios Nikolaos

1°GIORNO – Italia / Heraklion

Partenza con voli di linea Aegean per Heraklion – all’arrivo trasferimento in hotel – cena in hotel – pernottamento.

2°GIORNO – Heraklion

Prima colazione in hotel – intera giornata dedicata alla visita di Heraklion con guida (Museo Archeologico con la piùimportante collezione di arte minoica del mondo, la Città Vecchia con la piazza centrale dominata dalla Fontana dei Leoni costruita nel 1628 dal governatore veneziano Morosini, la Fortezza Veneziana della stessa epoca, la Cattedrale bizantina di Agios Titos) – pranzo in ristorante – cena in hotel – serata libera – accompagnatore a disposizione – pernottamento.

3°GIORNO – Knossos

Prima colazione in hotel – al mattino visita con guida del sito archeologico di Knossos – pranzo in ristorante – pomeriggio libero – accompagnatore a disposizione – cena in hotel – serata libera – accompagnatore a disposizione – pernottamento.

4°GIORNO – Rethymno “una antica città veneziana” / ARKADI / CHANIA

Prima colazione in hotel – escursione giornaliera con guida – visita di Rethymno (una delle città veneziane meglio conservata dell’isola con splendidi edifici del XVI secolo, esempi di architettura con influenze europee e moresche) – Monastero bizantino di Arkadi – Chania (notevole presenza di monumenti del periodo bizantino, ottomano, veneziano) – pranzo in ristorante – in serata rientro in hotel ad Heraklion – cena in hotel – serata libera – accompagnatore a disposizione – pernottamento.

5°GIORNO – Festos / Gortys / Matala

Prima colazione in hotel – escursione giornaliera con guida – visita di Festos (sito archeologico del Palazzo minoico di Festo, risalente al 1900 a.C.) – Gortys (sito archeologico con i resti di una Basilica dedicata a San Tito, le rovine dell’acropoli, una antico stadio, il Tempio di Apollo, le terme, l’Odeon dove furono relizzate le Leggi di Gortys) – pranzo in ristorante – cena in hotel – serata libera – accompagnatore a disposizione – pernottamento.

6°GIORNO – Spinalonga “l’isola fortificata”

Prima colazione in hotel – escursione giornaliera con battello e guida alla piccola isola fortificata di Spinalonga (l’isola fu di grande importanza militare ai tempi della Repubblica di Venezia e conserva imponenti vestigia dell’epoca) – pranzo in ristorante – in serata rientro in hotel ad Heraklion – cena in hotel – serata libera – accompagnatore a disposizione – pernottamento.

7°GIORNO – Agios Nikolaos / Altopiano di Lasithi / PAanagia Kera

Prima colazione in hotel – escursione giornaliera con guida nella zona orientale dell’Isola – visita di Agios Nikolaos (Chiesa di San Nicola, Castello di Mirabello, centro storico con le caratteristiche piazzette, case tradizionali e vicoli di pietra) – Altopiano di Lassithi (una bella e fertile valle posta a 800 metri di altezza e caratterizzata dalla presenza di oltre 10.000 mulini a vento) – Panagia Kera (la famosa chiesa bizantina a tre Navate, ricca di preziosi affreschi del XIV e XV secolo) – pranzo in ristorante – cena in hotel – serata libera – accompagnatore a disposizione – pernottamento.

8°GIORNO – Heraklion / ITALIA

Prima colazione in hotel – partenza da Heraklion con voli di linea Aegean per
il rientro in Italia –

Quota individuale di partecipazione € 1.650,00
Supplemento singola € 390,00
Riduzione bambini fino a 12 anni in 3°/4° letto € 100,00
Tasse aeroportuali da Roma (salvo modifiche) € 100,00
Assicurazione obbligatoria (incluso annullamento viaggio) € 40,00

La quota comprende:

– Viaggio A/R Italia/Heraklion con voli di linea Aegean Airlines
– trasferimenti aeroporto/hotel e viceversa
– tour Creta in autobus gt
– sistemazione in Hotel 5 stelle con trattamento di mezza pensione come da programma
– 6 pranzi in ristorante
– prime colazioni a buffet
– visite guidate indicate
– battello per visita Isola di Spinalonga
– tasse, I.V.A.
– tasse di soggiorno
– accompagnatore dall’Italia in partenza da Roma
– accompagnatore Atene/Atene per chi parte da altri aeroporti
– escursioni serali

Non comprende: bevande, ingressi (diurni e serali) e quanto non indicato.

IL NOSTRO HOTEL:
HERAKLION
HOTEL GALAXY o similare – 5 stelle
www.galaxy-hotel.com/en
DATE DI VIAGGIO: 25 agosto/1 settembre 02/09 settembre 07/14 ottobre

DOCUMENTO RICHIESTO PER L’IMBARCO AEREO: CARTA D’IDENTITA’ VALIDA

ORARIO E LUOGO DI INCONTRO PER I PASSEGGERI IN PARTENZA DA ROMA:
ROMA – ORE 9.00 – AEROPORTO DI FIUMICINO – PARTENZE INTERNAZIONALI
TERMINAL T3 – BANCO AEGEAN – INCONTRO CON ACCOMPAGNATORE GUINESS

ORARIO E LUOGO DI INCONTRO PER I PASSEGGERI IN PARTENZA DA altri AEROPORTI:
ATENE in AEROPORTO – ore 15.00 circa del 1° giorno – IMBARCO VOLO
A3 7318 per HERAKLION – INCONTRO CON ACCOMPAGNATORE GUINESS –

OPERATIVO VOLI da Roma:
FCO/ATH A3 651 11.00/14.00
ATH/HER A3 7318 16.05/16.55
HER/ATH A3 7307 11.20/12.10ATH/FCO A3 654 15.30/16.35

PLUS inclusi:
– hotel 5 stelle
– guida al seguito per tutto il tour
– 6 pranzi in ristorante
– cene in hotel a buffet
– escursione a Spinalonga in battello
– sistemazione family con possibilità di camera quadrupla
(la sistemazione family prevede due camere comunicanti)
– tassa di soggiorno introdotta dal 1 gennaio 2018

COSTI INDICATIVI INGRESSI:
HERAKLION Museo + KNOSSOS € 16,00
ARKADI € 3,00
GORTYS + FESTOS € 6,00 + € 8,00
SPINALONGA € 8,00
GROTTA (CAVE) € 6,00
PANAGHIA KERA € 3,00
In quasi tutti i siti per Under 18 ed Over 65, riduzione del 50%.
N.B. Le tariffe degli ingressi potrebbero subire variazioni successivamente alla data di stampa del catalogo.

Spinalonga è la piccola isola fortificata che si trova all’ingresso della laguna di Elounda, a nord del Golfo di Mirabello. Ha una superficie di 8,5 ettari e la sua altezza massima sul mare è di 53 metri. La storia dell’isola ispira ancora soggezione. Roccaforte della città di Olous durante il periodo ellenistico e l’epoca minoica, Spinalonga fu fortezza veneziana, città fortificata, rifugio di ribelli, luogo di esilio per lebbrosi, punto strategico di collegamento con Il Cairo tra il 1941 e il 1944, quando la Grecia era nelle mani di Italia e Germania. Ma il fascino e la bellezza particolari che la contraddistinguono ancora ai giorni nostri sono le imponenti fortificazioni dei tempi della Repubblica di Venezia, quando l’isola di Spinalonga rivestiva grande importanza militare per i Veneziani. Proprio i Veneziani la chiamarono Spinalonga dalle parole veneziane Spina-Longa, (lunga spina), mentre il suo nome originale era Kalidon. La fortificazione di Spinalonga iniziò nel 1574, quando i turchi invasero Cipro e i Veneziani decisero di proteggere la laguna di Elounda e le sue saline, ricca fonte di sostentamento per la Repubblica di Venezia, dalle mire espansionistiche dei Turchi nel Mediterraneo Occidentale. La nuova fortezza, progettata da Genesio Bressani e Latino Orsini, sorse sopra le rovine dell’antica fortezza di Olous; la prima fase di costruzione durò dal 1579 al 1586, ma modifiche continuarono ad essere apportate prima e durante la Guerra di Candia (1645-1669), periodo in cui vennero costruiti anche i templi di San Panteleimon e San Giorgio. La fortezza aveva una doppia linea di mura e torri, e prevedeva la collocazione di 35 cannoni. Durante la Guerra di Candia rifugiati e ribelli utilizzarono l’isola come rifugio e ne fecero una base d’appoggio per disturbare i turchi. Vi rimasero poi fino a quando i Veneziani mantennero il possesso della fortezza. Anche dopo la caduta di Heraklion nel 1669, infatti, Spinalonga rimase sotto il controllo di Venezia come anche le fortezze di Imeri Gramvousa e di Souda, nella speranza per i Veneziani che in futuro sarebbero tornati a dominare l’isola di Creta. Nel 1715 però, i Turchi vennero a patti con i Veneziani e occuparono Spinalonga. Durante i primi anni di occupazione ottomana, la fortezza fu utilizzata come luogo di esilio e di isolamento. Più tardi, vi si stabilì un insediamento puramente ottomano di famiglie a cui l’isola forniva sicurezza assoluta. Dopo la metà dell’ottocento il porto di Spinalonga ottenne il permesso di esportare e vide aumentare importanza e numero di abitanti, perlopiù marinai e mercanti. Si stima che nel 1834, 80 famiglie vivessero nella fortezza di Spinalonga, mentre nel 1881 questo numero salì a 227. Ancora oggi si possono ammirare gli edifici del periodo in cui Spinalonga fu una città fortificata, come le case a due piani con gli alti muri che circondano i cortili e i negozi con grandi porte e ampie finestre. La tranquillità di questo insediamento venne interrotta bruscamente a causa dei cambiamenti politici che ebbero luogo a Creta durante gli ultimi anni del 19° secolo.